SOLO PER AGOSTO: SPEDIZIONI GRATUITE DA 35€. Informazioni su tempi e modalità di consegna

Chiudi
Il mio account
Impostazioni
Language
GET 20% OFF

By subscribing to our newsletter

Il mio carrello

L'Echinacea, il nutraceutico per il nostro sistema immunitario

Salute e prevenzione

L'Echinacea (dal greco echinos, che vuol dire riccio, Moench, 1794) è un genere di piante erbacee perenni che comprende nove specie, ma solo tre di esse vengono utilizzate a scopi commerciali: Echinacea purpurea, Echinacea pallida ed Echinacea angustifolia. Appartengono alla più grande famiglia delle Composite (Asteraceae). Sono piante originarie delle zone temperate del Nord America e sono piante interessanti prevalentemente dal punto di vista erboristico.

CENNI STORICI E SCOPERTA DELLE PROPRIETA’

L'uso terapeutico dell'Echinacea risale agli Indiani dell'America del Nord, che se ne servivano nel trattamento esterno di ferite e ustioni e per uso interno per curare la tosse, le malattie da raffreddamento e il mal di gola.

Studi clinici effettuati già dal 1915 evidenziarono le proprietà, dimostrando per la prima volta il meccanismo d'azione sul sistema immunitario.

Gli studi sulla pianta ripresero attorno al 1930 e sono giunti ai giorni nostri. L'Echinacea purpurea fu studiata soprattutto da ricercatori tedeschi alla fine degli anni '80 ed attualmente è la più venduta.

PROPRIETA’ BENEFICHE

L’Echinacea è una pianta nota per le proprietà immunostimolanti e antivirali molto utili per rinforzare il sistema immunitario, curare i sintomi influenzali e le malattie da raffreddamento.

Come rinforza il sistema immunitario?

Stimolando sia l'efficienza sia il numero di alcuni dei suoi elementi fondamentali come gli anticorpi, i linfociti T e i macrofagi, veri e propri “soldati” contro le infezioni.

Le sue proprietà sono dovute all’azione sinergica dell’insieme dei suoi principi attivi (fitocomplesso):

  • La radice di Echinacea contiene polisaccaridi (arabinogalattani ed arabinoxilani) che conferiscono alla pianta proprietà immunostimolanti, grazie alla sua capacità di attivare ed aumentare l’azione fagocitaria dei linfociti contro gli agenti estranei dannosi (batteri, funghi etc.).
  • Glicoproteine e alchilamidi presentano proprietà antivirali ed immunostimolanti.
  • I derivati dell’acido caffeico (echinacoside, acido clorogenico, acido cicorico), in particolare l'echinacoside svolge azione antibiotica e batteriostatica, in grado di inibire la replicazione di batteri difficilmente controllabili.
  • L’acido cicorico e acido caffeico svolgono azione antivirale, tale da ostacolare la penetrazione del virus nelle cellule sane.
  • L’echinaceina conferisce alla pianta proprietà antinfiammatoria corticosimile.
  • L’olio essenziale ricco in terpeni, presente tuttavia in scarsa quantità, è responsabile delle proprietà antibatteriche.
  • Inoltre l’Echinacea ha proprietà cicatrizzanti, in quanto ha la capacità di accelerare la rigenerazione tissutale e di proteggere dall'infezione.

 

ASSUNZIONE

  • L’assunzione orale (integratori e tisane) permette di stimolare il sistema immunitario e prevenire, curare i sintomi delle malattie da raffreddamento come febbre, le infezioni del sistema respiratorio (raffreddore, tosse) e di quello urinario (cistite).
  • Per uso esterno, l’echinacea è impiegata anche per la preparazione di pomate e lozioni per la pelle, ad azione immunostimolante, protettiva, antinfiammatoria, in caso di cicatrici, afte, ulcere, dermatiti in genere.

 

CONTROINDICAZIONI

L'utilizzo dell'Echinacea è sconsigliato in caso di: pazienti in terapia immunosoppressiva, malattie autoimmuni, neoplasie, gravidanza ed allattamento.