SPEDIZIONI GRATUITE DA 40€. Informazioni sutempi e modalità di consegna

Chiudi
Il mio account
Impostazioni
Language
GET 20% OFF

By subscribing to our newsletter

Il mio carrello
Ingredienti Naturali

Piantaggine

Ha proprietà astringenti e antinfiammatorie, oltre che antianemiche
Può essere utilizzata sotto forma di infuso o decotto, anche associata ad altre piante balsamiche ed espettoranti oppure in estratto fluido, o in sciroppo, per calmare la tosse e sciogliere il catarro. Le mucillagini contribuiscono all'azione lenitivastratificandosi sulle pareti delle mucose bronchiali, proteggendole così da ulteriori aggressioni. Non esistono particolari controindicazioni per l'assunzione della piantaggine. Si consiglia di evitarne l'uso in caso di allergia accertata verso le piante del genere Plantago. Le foglie di piantaggine contengono glucosidi iridoidi, flavonoidi (luteolina), mucillagini, tannini, pectine, acido salico, sali minerali. La presenza di questi principi attivi conferisce alla pianta proprietà bechiche, espettoranti, antibatteriche, antinfiammatorie, astringenti. L'azione antinfiammatoria della piantaggine è dovuta all'aucubina, che per idrolisi libera una genina biciclica di nome aucubigenina. Questo principio attivo possiede una marcata proprietà antiallergica e decongestionante, il cui meccanismo di azione si esplica nell'inibizione della sintesi dei mediatori dell'infiammazione. Per uso esterno, la piantaggine è cicatrizzante, lenitiva, antipruriginosa, decongestionante, per cui è indicata in caso di dermatosi, piccole lesioni della pelle, acne, infiammazioni palpebrali e oculari anche di natura allergica.

I nutraceutici

  • iridoidi e composti fenolici: flavonoidi, acidi fenoli, esteri eterosidici fenipropanolici (verbascoside
Un’ottima lozione per la pelle del viso, si realizza mettendo in infusione 50 grammi di foglie verdi in un litro di acqua. La soluzione si usa poi imbevendo compresse di garza che verranno applicate sulla pelle del viso per idratarla e decongestionarla.
Un tempo la piantaggine veniva ricercata come cibo per i conigli perché li fortificava e li rendeva molto prolifici.
E’ utilissimo per i disturbi legati al tratto intestinale, per la tosse stizzosa e per le affezioni catarrali.
Piantaggine
{{text}}
Recommendations
{{record.Name}}
{{record.Categoria}}
{{{record.productName}}}
{{#record.Price}}
{{record.Price}}
{{/record.Price}}
Similar Products
{{record.Name}}
{{record.Categoria}}
{{{record.productName}}}
{{#record.Price}}
{{record.Price}}
{{/record.Price}}